giovedì 17 giugno 2010, ore 18.00

Il Radon in Friuli Venezia Giulia

Aula B, Polo scientifico dei Rizzi, Via delle Scienze 208

Il Radon in Friuli Venezia Giulia. Attività dell'ARPA Friuli Venezia Giulia nel campo del Radon: controllo, prevenzione e riduzione del rischio

 

ABSTRACT

Il radon è un gas naturale radioattivo inodore e incolore prodotto dal decadimento dell’uranio presente nel terreno e nei materiali da costruzione. Mentre in ambienti aperti la concentrazione del gas non raggiunge quasi mai valori elevati, nei luoghi chiusi (abitazioni, scuole, ambienti di lavoro, ecc.) può raggiungere concentrazioni potenzialmente dannose per la salute.
L’inalazione di radon e dei suoi prodotti di decadimento provoca un aumento del rischio di sviluppare processi cancerogeni. Il rischio è proporzionale alla concentrazione del gas nell’ambiente ed al tempo trascorso negli ambienti dove esso è presente. L’Organizzazione Mondiale per la Sanità ha stimato che, dopo il fumo, il radon è la causa principale di tumore ai polmoni.
In questa presentazione, dopo una breve introduzione all’argomento, vengono descritte le modalità di misura del radon nell’aria, nell’acqua e nel suolo ed i risultati delle numerose campagne di misura effettuate sul territorio del Friuli Venezia Giulia. Vengono inoltre descritte le modalità di ingresso del radon negli edifici e le tecniche per la prevenzione di alte concentrazioni di radon all’interno degli stessi. Conclude la presentazione la descrizione delle azioni di rimedio possibili per la riduzione della concentrazione di radon negli edifici esistenti con esempi pratici di interventi effettuati su edifici pubblici e privati

Le prossime conferenze