giovedì 19 aprile 2018, ore 16.00

Digital Scholarly Editing ovvero Della Filologia 2.0

Elena Pierazzo

Aula 4 Pierpaolo Pasolini
Palazzo di Toppo Wassermann
via Gemona, 92 - Udine

Il digitale ha avuto un impatto sostanziale su tutte le discipline umanistiche, ma è sulla critica testuale che tale impatto è stato più profondo. Le edizioni digitali stanno scuotendo le basi stesse della disciplina e della pratica editoriale, pur se con risultati a volte diseguali. A fronte di alcuni problemi irrisolti, la filologia digitale offre possibilità inimmaginabili per lo studio dei testi del passato, a patto però di affrontare il digitale con competenza e serietà.

Elena Pierazzo è ordinaria di Studi Italiani e Digital Humanities all'Università di Grenoble-Alpes; in precedenza è stata docente presso il Dipartimento di Digital Humanities del King's College di Londra, dove è stata coordinatrice della laurea specialistica in Digital Humanities. I suoi interessi di ricerca spaziano dal Rinascimento italiano, all’edizione digitale dei manoscritti d’autore, alla codifica dei testi. È stata presidente della Text Encoding Initiative e ha co-diretto il gruppo di lavoro sulle edizioni digitali del network europeo NeDiMAH, oltre ad aver partecipato alla direzione dell'ITN “Marie Curie” DiXiT dedicato all’edizione digitale.

Le prossime conferenze

  • Conferenza Incontri: Leonardo Da Vinci. Uomo, artista e sperimentatore nei manoscritti di età sforzesca

    Tavola rotonda con Introduzione di Andrea Zannini Direttore del Dipartimento di studi umanistici e del patrimonio culturale Andrea Tabarroni Coordinatore Polo di Udine Fondazione Lincei Scuola Intervengono Rosalba Antonelli Università di Udine Linda Borean Università di Udine Alessio Decaria Università di Udine

    Giovedì 10 Ottobre 2019, ore 17.00 | Sala del Consiglio, Palazzo di Toppo Wassermann, via Gemona 92, Udine Giovedì 10 ottobre 2019, ore 17.00