giovedì 19 aprile 2018, ore 16.00

Digital Scholarly Editing ovvero Della Filologia 2.0

Elena Pierazzo

Aula 4 Pierpaolo Pasolini
Palazzo di Toppo Wassermann
via Gemona, 92 - Udine

Il digitale ha avuto un impatto sostanziale su tutte le discipline umanistiche, ma è sulla critica testuale che tale impatto è stato più profondo. Le edizioni digitali stanno scuotendo le basi stesse della disciplina e della pratica editoriale, pur se con risultati a volte diseguali. A fronte di alcuni problemi irrisolti, la filologia digitale offre possibilità inimmaginabili per lo studio dei testi del passato, a patto però di affrontare il digitale con competenza e serietà.

Elena Pierazzo è ordinaria di Studi Italiani e Digital Humanities all'Università di Grenoble-Alpes; in precedenza è stata docente presso il Dipartimento di Digital Humanities del King's College di Londra, dove è stata coordinatrice della laurea specialistica in Digital Humanities. I suoi interessi di ricerca spaziano dal Rinascimento italiano, all’edizione digitale dei manoscritti d’autore, alla codifica dei testi. È stata presidente della Text Encoding Initiative e ha co-diretto il gruppo di lavoro sulle edizioni digitali del network europeo NeDiMAH, oltre ad aver partecipato alla direzione dell'ITN “Marie Curie” DiXiT dedicato all’edizione digitale.

Le prossime conferenze