Norme di comportamento della residenza

Norme generali di comportamento e uso degli spazi nello studentato della Scuola Superiore

 

1.     Generalità

Le presenti norme disciplinano i comportamenti delle persone e l’uso degli spazi nello Studentato della Scuola Superiore dell’Università degli Studi di Udine. 

L’Università gestisce lo Studentato in forma diretta a mezzo di proprio personale o di terzi secondo le modalità previste dal Regolamento della Scuola Superiore che qui si intende integralmente richiamato.  

Ciascun allievo è tenuto a segnalare al Direttore il mancato rispetto delle presenti norme da parte di chiunque.

 

2.     Definizioni

Ai fini delle presenti norme valgono le seguenti definizioni: 

        Scuola Superiore: la Scuola Superiore dell’Università degli Studi di Udine istituita con lo Statuto di autonomia del 30 ottobre 1993 

        Studentato: alloggi assegnati agli allievi e spazi comuni siti nella sede universitaria di via Gemona 92 a Udine

        Allievo: lo studente iscritto alla Scuola Superiore 

        Direttore: il Direttore della Scuola Superiore 

        Visitatore: persona diversa dall’allievo o dal personale dell’Università di Udine che accede allo Studentato su invito dell’allievo 

        Alloggio: monolocale assegnato a singoli allievi

        Spazi comuni: spazi dello Studentato riservati agli allievi destinati alla preparazione e consumo di cibi, allo studio, all'uso delle apparecchiature informatiche, ad attività formative, culturali, ricreative e di servizio (ad es.: servizi di lavanderia e deposito biciclette)

        Badge: dispositivo che consente l’accesso allo Studentato e all’alloggio

        Portineria: locale posto nell'ingresso della sede universitaria di via Gemona 92 a Udine ove è operativo il servizio continuativo h24 di presidio della sede.

 

3.     Consegna dell’alloggio

All’atto dell'ammissione alla Scuola Superiore l’allievo riceve il badge di cui al successivo art. 5 ed il verbale contenente informazioni sullo stato dell’alloggio assegnato e delle relative dotazioni. Il predetto verbale va consegnato debitamente sottoscritto alla Scuola Superiore entro tre giorni dal ricevimento. Con la sottoscrizione e la consegna del verbale si perfeziona l’assegnazione dell’alloggio fino al successivo mese di luglio compreso, salvo eccezioni. 

L’alloggio è corredato di arredi e fornito di servizi di pulizia nonché di noleggio e lavaggio della biancheria da letto e da bagno, non rinunciabili salvo eccezioni temporanee dovute a ragioni di salute.

L’Università e la Scuola Superiore si riservano il diritto di accedere senza preavviso agli alloggi in qualsiasi tempo per motivi di urgenza ed emergenza. In tutti gli altri casi il preavviso deve essere di almeno 48 ore.

La Scuola Superiore può procedere in qualsiasi tempo, per documentate esigenze organizzative, funzionali o di servizio, al trasferimento dello studente da un alloggio all'altro, senza che egli possa opporre rifiuto. 

Lo studente, in presenza di serie e documentate motivazioni, può chiedere alla Scuola Superiore in forma scritta il trasferimento in alloggio diverso da quello inizialmente assegnato. La richiesta viene soddisfatta nei limiti della effettiva disponibilità di posti.

 

4.     Corresponsabilità nell’utilizzo dell’alloggio e degli spazi comuni 

Il mantenimento della qualità dei beni assegnati o utilizzati nello Studentato è affidato, oltreché al personale di servizio, anche alla responsabilità degli allievi.

Con la sottoscrizione del verbale di cui all’articolo precedente l’allievo si impegna a garantire il buon uso dell’alloggio e degli spazi comuni secondo le presenti norme e assume la responsabilità, anche in via solidale, di eventuali danni arrecati agli stessi ai sensi dell’art. 1588 del Codice Civile.

L'Università e la Scuola Superiore non assumono responsabilità verso gli allievi per gli oggetti di valore o denaro e quant'altro da loro detenuto sia nell'alloggio che negli spazi comuni.

 

5.     Controllo degli accessi

L’immobile che ospita lo Studentato è dotato di un sistema integrato di controllo degli accessi costituito dal servizio di portineria e da un impianto di videosorveglianza.

L’allievo riceve in dotazione, all’atto della consegna dell’alloggio, il badge che consente l’accesso allo Studentato e al proprio alloggio. Il badge è strettamente personale e in nessun caso può essere ceduto ad altri allievi o a terzi oppure duplicato. Esso deve essere restituito integro al termine del periodo di assegnazione dell’alloggio. In caso di rottura, smarrimento o furto l'Università potrà rilasciare gratuitamente per una volta un duplicato e, per le successive volte, addebitandone il costo all’allievo. 

 

6.     Uso dell’alloggio L’allievo è tenuto:

a)     a mantenere l’alloggio in buone condizioni di ordine, igiene e pulizia, costantemente ma in particolare al termine del periodo di assegnazione; 

b)     a lasciare l'alloggio completamente libero di effetti personali al termine del periodo di assegnazione o in caso di sospensione dell’assegnazione ai sensi del successivo art. 9; 

c)     a non introdurre animali, ad eccezione di cani-guida per non vedenti;

d)     a mantenere inalterata la sistemazione interna degli arredi e a non introdurre ulteriore mobilio;

e)     a non usare nella stanza assegnata fornelli elettrici o a gas, frigoriferi, micro-onde o altro tipo di attrezzature, fatto salvo per i dispositivi informatici, per le telecomunicazioni e per la cura del corpo;

f)      a non manomettere porte e serramenti, impianti e pareti;

g)     a non danneggiare o sottrarre i capi di biancheria per l'igiene del letto e del bagno (lenzuola, federe, asciugamani, etc.) ed a restituirli secondo le indicazioni fornite dalla

Scuola Superiore;

h)     ad attenersi alle disposizioni date in materia di raccolta e di conferimento differenziato dei rifiuti negli appositi contenitori; 

i)      a rispettare le disposizioni e le procedure interne dettate in materia di sicurezza, prevenzione e gestione delle emergenze;

j)      a non cedere o sublocare o dare in uso anche per brevi periodi l'alloggio a terze persone né ad occuparne uno diverso da quello assegnato; 

k)     a non ospitare nell'alloggio visitatori non registrati ai sensi del successivo art. 8;  

l)      a conferire i beni personali in appositi spazi individuati dalla Scuola Superiore nei periodi di sospensione dell’assegnazione ai sensi del successivo art. 9;

m)   a comunicare lo stato di malattia trasmissibile o contagiosa accertata dal medico tale da mettere a repentaglio la salute e l’integrità fisica degli altri allievi e da rendere necessaria la sospensione dell’uso dell’alloggio. Gli ospiti potranno essere riammessi alla residenza solo a seguito presentazione certificato medico di avvenuta guarigione.

 

7.     Uso degli spazi comuni

La Scuola Superiore promuove la designazione da parte degli allievi, anche con criteri di rotazione, di referenti di piano con funzioni di presidio degli spazi comuni.   Gli allievi sono tenuti: 

a)     a mantenere gli spazi comuni in buone condizioni di ordine, igiene e pulizia avendo cura in particolare di salvaguardare i percorsi di esodo che devono sempre essere mantenuti sgombri da materiali e oggetti e percorribili; 

b)     a mantenere inalterata la sistemazione degli arredi e a non introdurre ulteriore mobilio o attrezzature, salvo autorizzazione del Direttore;   

c)     a non manomettere le porte ed i serramenti; 

d)     ad attenersi alle disposizioni date in materia di raccolta e di conferimento differenziato dei rifiuti negli appositi contenitori; 

e)     a rispettare le disposizioni e le procedure interne dettate in materia di sicurezza, prevenzione e gestione delle emergenze;

f)      a non rimuovere, modificare, coprire, rendere inaccessibili o inutilizzabili i dispositivi di sicurezza, di segnalazione, di allarme e di controllo installati nei locali (ad esempio rilevatori di fumo e relativi led).

Non è ammesso il parcheggio di autoveicoli degli allievi nelle aree esterne dello Studentato.

 

8.     Accesso di visitatori 

L’accesso di visitatori nello Studentato è consentito dalle ore 8.00 alle 2.00 previa registrazione presso il presidio di Portineria. 

Le responsabilità di cui al precedente art. 4 si estendono ai visitatori solo se inequivocabilmente attribuibili a questi ultimi, altrimenti restano in capo agli allievi. 

 

9.     Sospensione e revoca dell’assegnazione dell’alloggio 

L’assegnazione dell’alloggio è sospesa di diritto salvo reintegro per periodi di inutilizzo giustificato e continuativo.   

L’assegnazione dell’alloggio all’allievo è revocata nei seguenti casi:

a)     rinuncia da parte dell’allievo;

b)     perdita dei requisiti soggettivi di allievo;

c)     sanzione disciplinare comminata ai sensi dell’art. 173 secondo comma lett. d) del Regolamento didattico di Ateneo emanato con D.R. n. 301 del 13 maggio 2008.   

 

10. Sanzioni

Gli allievi che contravvengono alle presenti norme sono soggetti alle sanzioni e alle procedure previste dal Capo XI del Regolamento didattico di Ateneo emanato con D.R. n. 301 del 13 maggio 2008.

 

11. Riservatezza dei dati personali

Ai sensi del decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196 (Codice in materia di protezione dei dati personali), i dati personali raccolti sono destinati al complesso delle operazioni, svolto sia con mezzi elettronici ed automatizzati che non, previste per la realizzazione delle finalità istituzionali dell’Università e della Scuola Superiore.

I dati relativi alle generalità dell’allievo sono comunicati, ai sensi della legge 18 maggio 1978, n. 191 (Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 21 marzo 1978, n. 59, concernente norme penali e processuali per la prevenzione e la repressione di gravi reati), all'Autorità locale di Pubblica Sicurezza.

In relazione al trattamento dei dati in oggetto, all'interessato sono garantiti i diritti di cui all'articolo 7 del d.lgs 196/2003.

Titolare del trattamento dei dati personali raccolti è il Rettore dell’Università degli Studi di Udine.

Con la sottoscrizione del verbale di consegna del posto alloggio l’allievo acconsente che i propri dati personali siano inseriti in una banca dati elettronica o di altra natura e siano utilizzati per le attività istituzionali nel rispetto di quanto previsto dalla normativa in materia di riservatezza dei dati personali.