SEMINARIO DI LETTERATURE COMPARATE: Una seconda vita: Ricezione, traduzione e contaminazione tra le letterature nazionali

Responsabile didattico: Simone Costagli

Durata: 28 ore

Periodo didattico: primo semestre

Programma

SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE - L-FIL-LET/14

Docenti

CONTARINI      Silvia

COSTAGLI        SIMONE

DANIELE           Daniela

DE GIORGI       Roberta

LONDERO         Renata

POLLEDRI         Elena

RANOCCHI        Emiliano

ROCCO              Federica

ROMERO ALLUE' Maria Milena

TODESCO         Francesca

VAIOPOULOS    Katerina

ZIFFER  Giorgio

L’insegnamento delle letterature straniere prevede in genere la concentrazione esclusiva (o quasi) sulla sola produzione nelle varie lingue nazionali. Al di là delle singole specializzazioni, è innegabile tuttavia che gli autori, grandi o minori, siano stati sempre aperti al dialogo con i testi scritti in un’altra lingua, tradotti o letti in originale; a volte sono stati addirittura loro stessi a tradurli oppure li hanno interpretati, ricavandone un’ispirazione decisiva per la loro opera. A partire da questo lavoro di traduzione e di ricezione si sono create contaminazioni, dovute certe volte anche a fraintendimenti, che hanno avuto l’effetto di ampliare il significato del testo da cui si è partiti. Il seminario vuole quindi offrire una panoramica di casi di interferenze tra le varie culture e le letterature attraverso le lenti di ingrandimento dei processi di traduzione e di ricezione di testi, autori e movimenti letterari, che si trovano dunque a vivere in una seconda vita all’interno di un contesto letterario diverso da quello determinato dalla lingua d’origine.

 

Silvia Contarini: La vigna di Renzo: riscritture manzoniane dei modelli francesi 

Milena Romero: A heap of broken images. Frammenti e citazioni in The Waste Land di T.S. Eliot

Daniela Daniele: Domesticità e demonologia: la riscrittura domestica del Faust di Goethe di Louisa May Alcott (1877)

Descrizione: La lezione sottolinea lo strettissimo rapporto tra idealismo tedesco e trascendentalismo americano e, in questo quadro teorico-discorsivo, presenta una riscrittura di Louisa May Alcott del _Faust_ di Goethe. Nel romanzo a sensazione del 1877, _A Modern Mephistopheles_ , l'autrice rielabora in versione domestica i temi demonologici affrontati da Goethe e riattualizzati, sullo sfondo di un dibattito abolizionista,  da Moncure Daniel Conway in _Demonology and _Devil-Lore_(1878).

Obiettivi della lezione: Discutere, in chiave comparata, la fortuna del testo di Goethe nell'America vittoriana in piena revisione dottrinaria in senso evangelico. Rilettura, in chiave liberale, della figura salvifica di Margherita che appare, nel suo potere di redenzione, in linea con gli obiettivi della cultura domestica americana e della sua critica al puritanesimo. Analisi delle modalità in cui la dannazione del genio sottesa all'opera faustiana viene adattata, nel testo alcottiano, all'identità femminile e al suo ruolo salvifico

Simone Costagli: La “chimoise”. La ricezione della poesia e della filosofia cinese in Bertolt Brecht tra imitazione e straniamento

Giorgio Ziffer: Il Maestro del Vangelo di Nicodemo e le traduzioni nella civiltà letteraria della Slavia Cristiana

Roberta De Giorgi: «Non un romanzo, ma un pasticcio di lettere e telegrammi». La traduzione di Re Assarchadon (1903) di Lev Tolstoj

Francesca Todesco: Echi intertestuali di poesia italiana in La Nouvelle Héloise

Elena Polledri: Gli Infiniti tedeschi di Leopardi nel Novecento

Katerina Vaiopoulos: La ricezione di Calderon nei romantici tedeschi

Renata Londero: Luis Cernuda (1902-1963) e i grandi romantici europei, da Hölderlin a Shelley.

Emiliano Ranocchi: Considerazioni sull'attività di traduzione nella letteratura polacca premoderna. La ricezione dei modelli epici di Virgilio, Ariosto e Tasso.

Federica Rocco: Kafka in Argentina


Elenco corsi 2019/2020