Universo Barocco

Durata: 28 ore

Programma

  • Primo modulo (dott.ssa Gransinigh): Arte.

Il corso rileggerà il Barocco artistico attraverso la figura e l'opera del pittore veneziano Giambattista Tiepolo (1696-1770) che per levatura culturale e impegno internazionale ne fu uno dei maggiori esponenti. Le lezioni ricostruiranno l'attività dell'artista dalla prima formazione sino all'ultimo incarico ricevuto dai Reali di Spagna per affrescare il Palazzo Reale di Madrid. In particolare, si focalizzeranno i rapporti intercorsi con intellettuali, committenti e collezionisti dell'epoca che costituirono i punti di riferimento di quello stesso universo Barocco di cui il Tiepolo seppe esprimere mirabilmente lo spirito.

  • Secondo modulo (prof. Calabretto): Musica.

Forme stilistiche e mezzi espressivi della musica barocca, cenni alla teoria musicale e al suo sviluppo nel corso del secolo diciassettesimo. La società musicale: la condizione del musicista, l'editoria, il collezionismo; musica strumentale e musica da ballo; la musica da chiesa; il teatro d'opera.

Le lezioni saranno costantemente intercalate dall'ascolto di alcune tra le principali e maggiormente rappresentative opere dell'età barocca.

 

  • III modulo (prof.ssa aggr. Silvia Contarini): Letteratura

Il corso si propone un’esplorazione dell’universo barocco a partire dalle sue origini artistiche e letterarie, articolato per generi e problemi. A un’introduzione di carattere generale sulla cultura e le poetiche, seguiranno approfondimenti singoli sulla lirica, il romanzo e la novella. Da ultimo si introdurrà il concetto critico di Barocco moderno (Longhi e Gadda).

Bibliografia essenziale:

-          E. Raimondi, Letteratura barocca. Studi sul Seicento italiano, Firenze, Olschki, 1961

-          E. Raimondi, Barocco moderno. Roberto Longhi e Carlo Emilio Gadda, Milano, B. Mondadori, 2003

-          C. Ossola, L’anima in barocco. Testi del Seicento italiano, Torino, Scriptorium 1995  

-          A. Battistini, Il Barocco: cultura, miti immagini, Roma, Salerno, 2000

-          M. Colesanti, Il romanzo barocco tra Italia e Francia, Roma, Bulzoni, 1980

 

  • IV modulo (prof.ssa Renata Londero): Teatro

Titolo del modulo: “Il mondo è un teatro: temi e motivi barocchi nella letteratura spagnola del Seicento, da Góngora a Calderón de la Barca”

 

Il modulo (7 ore) intende introdurre gli studenti alla conoscenza dei cardini concettuali e formali, tipicamente barocchi, che informano la cultura spagnola del Seicento, facendo leva sulle idee fondamentali del theatrum mundi  e della crisi dei valori. Dopo una breve premessa sulla traiettoria storica, artistica e letteraria della Spagna secentesca, se ne cercheranno le tracce in una piccola ma significativa campionatura di testi, poetici e teatrali soprattutto, a firma di alcuni tra i massimi scrittori spagnoli del Secolo d’Oro: Góngora e Quevedo sul versante della poesia lirica e satirica, Lope de Vega e Calderón de la Barca in ambito drammaturgico.

 

Bibliografia

Testi

Si leggeranno e commenteranno estratti di testi poetici e teatrali degli autori citati, che verranno forniti in fotocopia dalla docente.

 

Manuali di storia letteraria e saggi critici di riferimento

- Versi d'amore e concetti sparsi. Il sonetto nella Spagna dei Secoli d'Oro, antologia tradotta e commentata da M. G. Profeti, Firenze,  Alinea, 1996 (Biblioteca di Studi Umanistici - Monografie Mantica: coll. DGR 93/CAa1).

- Historia y crítica de la literatura española, coord. Francisco Rico, vol. 3: Siglos de Oro. Barroco, ed. Bruce W. Wardropper, Barcelona, Crítica, 1983 (Biblioteca di Studi Umanistici - Monografie Mantica: coll. DGR 92/LBa11 (III), DGR 92/LBa11a (III).

- J. A. Maravall, La cultura del barroco. Análisis de una estructura histórica, Barcelona, Ariel, 1986 (La cultura del barocco, Bologna, il Mulino, 1999; Biblioteca di Studi Umanistici - Monografie Petracco: coll. Ic C 966).

- E. Orozco Díaz, El teatro y la teatralidad del barroco, Barcelona, Planeta, 1969 (Teatro e teatralità del barocco, prefazione di G. Mazzocchi, trad. it. di R. Londero, Pavia, Ibis, 1995). (Biblioteca di Studi Umanistici - Monografie Mantica: coll. 00/T Tea S11).

- M. G. Profeti (a cura di), L’età d’oro della letteratura spagnola. Il Seicento, Firenze, La Nuova Italia, 1998. Il testo non è più acquistabile perché esaurito, ma una copia è presente nella Biblioteca di Studi Umanistici (Monografie Mantica: coll. 92/LBd3 (II).

 


Elenco corsi 2012/2013