Seminario di Storia dell'arte. Trattamento informatico di testi e immagini, nuove prospettive per la ricerca

Durata: 16 ore

Programma

Coordinatore: prof.ssa Donata Levi

Modulo I (prof.ssa Donata Levi).
Storia dell’arte e informatica. Problemi e prospettive.
Illustrazione delle problematiche inerenti il rapporto fra la disciplina storico artistica nelle suevarie accezioni (museologia, storia della tutela e del restauro, ecc.) e le nuove tecnologie informatiche, intese sia come strumento di gestione del patrimonio artistico, sia come strumento di gestione del patrimonio artistico, sia come strumento di ricerca, sia – grazie alla messa in rete – come opportunità di diffusione e fruizione.

Modulo II (dott. Paolo Coppola).
Introduzione all’informatica per i beni culturali. Le piattaforme di archiviazione.
Archiviazione di contenuti digitali. Cenni ai metadati. XML. La piattaforma di archiviazione d’Ateneo.

Modulo III (dott.ssa Linda Borean).
Il trattamento informatico della documentazione storico artistica. Il caso degli inventari.
Il corso intende illustrare problematiche e modalità di trattamento informatico delgi inventari di antiche collezioni d’arte, prendendo in considerazione, dopo una breve panoramica sugli esperimenti condotti in questa direzione, gli inventari stilati fra il 1790 ed il 1810 da Pietro Edwards, ispettore alle pubbliche pitture della Serenissima e restauratore. Le stime di raccolte della nobiltà veneziana da lui redatte costituiscono una fonte preziosissima per ricostruire l’entità e le tipologie di un patrimonio artistico drammaticamente impoverito e andato disperso durante e dopo la caduta della Repubblica

Modulo IV (dott.ssa Eliana Siotto).
GIS e patrimonio artistico.
Dopo una breve introduzione all’evoluzione tecnologica e la nascita dei Sistemi Informativi Territoriali, verrà puntualizzato che cos’è un G.I.S. (Geographic Information System) e la sua grammatica di base: componenti, funzionalità e modalità di gestione delle informazioni. Inoltre verrà illustrata l’importanza dello strumento GIS nel processo di conoscenza e documentazione per la gestione di dati eterogenei finalizzata alla conservazone, salvaguardia e fruizione del patrimonio culturale.

Modulo V (dott.ssa Martina Visentin).
Archivi informatici per la storia della tutela.
Illustrazione delle tecnologie informatiche applicate all’organizzazione e alla restituzione di dati relativi alla storia della tutela e della conservazione del patrimonio artistico. In particolare l’insegnamento si propone di soffermarsi sui problemi di strutturazione e standardizzazione dei dati al fine di una loro gestione attraverso gli strumenti informatici.

Modulo VI (dott. Marco Mozzo).
Analisi georeferenziata di cantieri di restauro.
Partendo da alcune significative esperienze di restauro condotte nell’arco di quest’anno nell’ambito del progetto ARTPAST (Progetto per la digitalizzazione del patrimonio) promosso dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali, il corso intende offrire un inquadramento generale sulle opportunità offerte dalle nuove applicazioni informatiche nella gestione e organizzazione dei dati tecnici relativi ad un intervento di restauro ai fini di una migliore conoscenza dell’opera e del suo stato di conservazione. Particolare attenzione si presterà all’importanza che riveste la georeferenziazione grafica e algonumerica per la progettazione e l’analisi degli interventi.

 


Elenco corsi 2006/2007